Se non ci fosse il Sindacato - bottone

Agenzie, quale futuro?

  • 0

Agenzie, quale futuro?

Agenzie, quale futuro? - IMG

Agenzie, quale futuro?

Il futuro di molti comparti è a tinte molto fosche

La velocità con cui avvengono i cambiamenti nel mercato e nelle abitudini di acquisto dei consumatori, ci fa pensare a dinamiche sempre più rapide e non certo positive per gli agenti di commercio.

Tra dieci anni, o meno ancora, la distribuzione sarà completamente diversa da quella di oggi, diverse saranno le azienda mandanti e diversa sarà la presenza degli agenti di commercio sul mercato.

Nel 2013 fu fatta una indagine sulle condizioni di lavoro degli agenti di commercio e ne risultò, a parte le considerazioni sul marcato, sulla clientela e sulle mandanti, una situazione insostenibile sulla pressione fiscale che le agenzie subiscono, infatti ben il 97,2% affermava che la pressione fiscale sul reddito della propria agenzia è sproporzionata, il restante 2,8% pensava che la pressione fiscale fosse molto alta.

Su questo argomento ricevemmo anche commenti tra l’allarmato e il disperato e questo ci conferma quello che stiamo vedendo ancora oggi in associazione:l’agente appena può va in pensione o cerca alternative diverse.

Dobbiamo aggiungere che in questi 5 anni scarsi abbiamo visto “estinguersi” interi comparti, una volta affollati di agenti.

Sono praticamente spariti gli agenti dei comparti degli alimentari, degli elettrodomestici, dell’elettronica, ecc. e a breve spariranno altri settoriche fino ad oggi hanno “tirato”.

E’ importantissimo che il Sindacato venga a conoscenza di quel che succede nei vari comparti per mappare il futuro delle agenzie e per studiare contromosse che possano, almeno in parte, mitigare i negativi contraccolpi.

Abbiamo predisposto un sondaggio al quale diventa fondamentale rispondere con attenzione per permetterci di avere una visione più precisa di cosa avviene nei vari comparti di attività.

CLICCA QUI PER ACCEDERE AL SONDAGGIO