Se non ci fosse il Sindacato - bottone

Archivio autore: Marco Parodi

  • 0

Contributo per acquisto libri scolastici 2019-20

Categoria/e : Comunicazioni , Enasarco

Contributo per acquisto libri scolastici 2019-20

Contributo per acquisto libri scolastici 2019-20

Che cos’è?

È una prestazione integrativa erogata per contribuire all’acquisto di testi universitari e scolastici, per l’anno di frequenza 2019/20.

A chi spetta

Alle famiglie degli agenti con figli che frequentano scuole secondarie di primo, secondo grado e università.

Requisiti

Alla data dell’1/9/2019, è necessario avere i seguenti requisiti:

  • Figli di agenti in attività: l’agente deve avere al 31/12/18 un’anzianità contributiva complessiva di almeno un anno (4 trimestri, coperti esclusivamente da contributi obbligatori) negli ultimi tre ed essere titolare di un reddito annuo lordo anno 2017 non superiore a 70.000 euro.
  • Orfani di agenti in attività aventi un’anzianità contributiva complessiva di almeno un anno (4 trimestri, coperti esclusivamente da contributi obbligatori) negli ultimi tre anni, per decessi avvenuti in pendenza di un rapporto di agenzia.
  • Figli di pensionati.
  • Orfani di pensionati.

Quanto spetta

300 euro per ogni figlio dell’iscritto.

Va presentata una domanda per ciascun figlio. Se entrambi i genitori sono iscritti alla Fondazione verrà erogato un solo contributo.

Come richiedere il contributo

È possibile inviare la richiesta esclusivamente online, attraverso l’area riservata inEnasarco. Non sono accettate domande presentate con altre modalità, ad esempio con raccomandata, o consegnate presso le nostre sedi.

Documentazione

Gli iscritti dovranno allegare la seguente documentazione:

  • copia della dichiarazione dei redditi presentata nell’anno 2018;
  • copia dell’attestato di iscrizione dello studente.

Scadenza

Il contributo deve essere richiesto entro il 31/01/2020.

 

Fonte: http://www.enasarco.it/Guida/contributo_libri_scolastici

  • 0

QUOTA 100: RISOLTO!

quota 100

A seguito delle numerose pressioni ed incontri promossi dall’USARCI con i parlamentari governativi, in special modo la Senatrice Catalfo Presidente della Commissione Lavoro del Senato e ed il sottosegretario Duregon, l’INPS con circolare n° 117 del 09/08/2019 ha recepito le istanze da noi presentate. 

L’agente di commercio da questo momento può presentare domanda di pensione INPS quota 100 senza dover necessariamente chiudere prima la partita iva e cancellarsi dalla C.I.A.A.

Al momento dell’ottenimento della pensione, l’agente potrà percepire ancora provvigioni solo ed esclusivamente se tali importi sono attribuibili a vendite effettuate nel periodo antecedente l’ottenimento della pensione quota 100. Nel caso in cui l’Inps accerterà che l’agente percepisce provvigioni su vendite successive alla pensione, la stessa verrà revocata.

Anche le indennità di fine rapporto sono state escluse dal computo ai fini reddituali ed è stata altresì prevista la possibilità di poter scegliere il differimento della pensione a un momento successivo rispetto alla prima data utile, ciò permetterà di poter lavorare eventuali periodi di preavviso (senza incorrere nella incumulabilità delle provvigioni con la pensione)

L’INPS, inoltre, informa che l’indennizzo percepito dall’agente relativo alla cessazione dell’attività commerciale, di cui al D.Lgs. 28 marzo 1996 e successive modificazioni, è escluso dal reddito, pertanto anche chi percepisce tale indennizzo, può chiedere la pensione anticipata INPS quota 100.

MISSIONE COMPIUTA!

 

Prima di procedere con questa richiesta di pensionamento, consigliamo caldamente di prendere appuntamento con la nostra Segreteria per una consulenza al fine di non effettuare errori irreversibili che possono costare DAVVERO caro!


  • 0

Chiusura Estiva 2019

Chiusura Estiva 2019 - IMG

Chiusura Estiva 2019

La nostra Segreteria chiuderà

da Sabato 3 Agosto 2019.

Riapriremo regolarmente i servizi

Lunedì 2 Settembre 2019.


  • 0

Quota 100 per gli Agenti di Commercio: ci siamo quasi

Quota 100 per gli Agenti di Commercio - IMG

Quota 100 per gli Agenti di Commercio: ci siamo quasi

Si può fare. Anche per gli agenti di commercio si aprono prospettive favorevoli per poter finalmente accedere a Quota 100 senza dover rinunciare a provvigioni ed indennità.

Ovviamente i tempi non saranno brevissimi (è l’Italia, bellezza), ma i cambiamenti potranno essere inseriti nella prossima legge di bilancio. Dunque per fine anno.

Qualcosa, quindi, si è mosso in seguito all’incontro tra i vertici nazionali dell’Usarci e la presidente della Commissione Lavoro del Senato, Nunzia Catalfo.

Le richieste presentate dal sindacato degli agenti di commercio sono state comprese ed è stato suggerito di introdurre alcune modifiche al testo, in modo da agevolare l’approvazione.In particolare si ipotizza di fissare un periodo temporale di 6/12 mesi, a partire dalla richiesta di Quota 100, nel corso del quale gli agenti di commercio potranno continuare a percepire le provvigioni non ancora maturate.Inoltre verrà richiesta alle aziende una dichiarazione relativa alle provvigioni che l’Agente dovrà ancora percepire al momento della cessazione del rapporto.In questo modo l’Agente potrà presentare domanda di pensione, potendo perciò chiudere i rapporti senza rinunciare a quanto gli spetta in termini di indennità e provvigioni.

Si tratterà ora di non far venir meno la pressione sui parlamentari affinché questo impegno non venga dimenticato e si possa procedere con l’emendamento nei tempi meno lunghi possibili. In ogni caso appare positivo che la maggioranza si sia resa conto che la legge attuale è congegnata in modo tale da penalizzare una categoria che ha importanza vitale per l’economia italiana.

ElecToMag – Articolo di Enrico Toselli


  • 0

Perché i clienti non comprano (più) da me

Perché i clienti non comprano (più) da me

Perché i clienti non comprano - IMG

E’ una occasione importante per un incontro importante!
Eliano B. Cominetti sarà a Genova sabato 29 giugno.

Che l’Ingegnere delle vendite più conosciuto in Italia, abbia voluto organizzare, presso l’Usarci-Sparci di Genova il seminario “Perché i clienti non comprano (più) da me” è un avvenimento al quale non è possibile non partecipare.

Dove

Usarci Sparci – Piazza Brignole 3/7, Genova

Quando

Sabato 29/06/2019 – dalle 09.30 alle 12.30

Programma

Finalità della giornata:

  1. Perché il cliente acquista?
  2. Perché non acquista (più) da me?
  3. Perché valuta sul “prezzo/sconto”?
  4. Perché “lui” non è più il cliente di prima?
  5. Perché “io” non vendo più come prima?

 

Quando chiuderanno le iscrizioni

Le iscrizioni al Seminario di Sabato 29 Giugno saranno accettate fino a Giovedì 27 Giugno 2019 incluso.

Costo

La partecipazione ai Seminari è gratuita per gli Associati Usarci!
Per i non associati sarà richiesta una oblazione di € 30.00 a persona.

Come iscriversi

Ogni Seminario sarà limitato ad un massimo di 20 partecipanti!

Per effettuare la prenotazione, clicca sul link qui sotto e completa la procedura, grazie!

>>>CLICCA QUI PER PRENOTARE<<<

Perché i clienti non comprano - IMG