Se non ci fosse il Sindacato - bottone

600 euro di indennità per gli agenti di commercio

  • 0

600 euro di indennità per gli agenti di commercio

600 euro di indennità per gli agenti di commercio - IMG

600 euro di indennità per gli agenti di commercio.
I chiarimenti dell’Inps

 

Dopo molti “ordini e contrordini” è stata fatta chiarezza e anche gli Agenti di Commercio e i Consulenti finanziari potranno accedere al contributo di 600 euro per il mese di marzo”. La Federazione Nazionale Usarci  insieme ad altre organizzazioni, è già all’opera per poter confermare e, se possibile, prevedere un incremento dell’indennizzo anche per il mese di aprile”.

Quindi dal 1° aprile 2020 anche gli Agenti di Commercio potranno presentare richiesta di accesso all’indennità per i lavoratori autonomi introdotta dal Dl Cura Italia varato dal Governo per fronteggiare l’emergenza in atto.

La richiesta dell’indennizzo di 600 euro potrà essere inoltrata dagli Agenti e dai Rappresentanti di Commercio – senza limite di reddito o dimostrazione del calo di fatturato ad esclusione dei titolari di pensioni dirette Inps ed Enasarco nonché i possessori della cosiddetta Ape Sociale  in via telematica dal sito Inps al quale si accede con apposite credenziali nel rispetto dei metodi di autenticazione al portale indicati.

Dopo il crash del sito dell’INPS, andato in tilt proprio nel primo giorno in cui era possibile inviare le domande per accedere ai bonus da 600 euro previsti dal decreto Cura Italia, ora l’INPS ha deciso di abilitare anche i commercialisti e i consulenti del lavoro alla richiesta dell’indennità per i lavoratori autonomi.

Dopo la brutta esperienza del 1° di Aprile con il blocco del sito dovuto alla richiesta di accesso di migliaia di singoli utenti, l’INPS ha deciso di  abilitare anche i commercialisti e i consulenti del lavoro in modo che effettuando invii massivi, come conseguenza si andranno a diminuire gli invii singoli, quindi si ridurrà drasticamente il numero di accessi al sito. E’ stato infatti previsto che tutti i giorni, dalle ore 8.00 alle ore 16.00, l’accesso sarà concesso solo ai consulenti.

La novità dell’inclusione dei Consulenti del Lavoro e dei Commercialisti tra i soggetti abilitati a presentare le istanze per conto dei richiedenti, e la differenziazione degli orari tra utenza professionale e singoli cittadini, dovrebbe concorrere a incanalare diversamente i flussi, consentendo la fruizione del servizio con semplicità.

Il servizio CAAF Usarci è a disposizione per effettuare le domande.

Per  informazioni è possibile chiamare  il Rag. Silvio Antola a

n° 0185/701251 o il servizio segreteria al n° 392/0020998


  • 0

Contribuzione Enasarco COVID-19

Contribuzione Enasarco COVID-19 - IMG

Contribuzione Enasarco
COVID-19

 

Facendo seguito alle decisioni già assunte rispetto all’emergenza nazionale in corso, il CdA Enasarco ha stabilito criteri e modalità per erogare i contributi straordinari 2020, per far fronte alle conseguenze dell’epidemia da Covid-19. Il CdA valuterà inoltre eventuali altre richieste di supporto, se determinate da ragioni di assoluta gravità.”

Possono inoltrare richiesta:

  • gli iscritti in attività
  • i pensionati in attività.

 

Il richiedente deve avere avuto un reddito per l’anno 2018 non superiore a € 40.000, rilevabile dal modello Unico 2019 e precisamente dalle seguenti caselle:

  1. Quadro RN1, casella 1;
  2. Quadro LM, casella LM6;
  3. Quadro LM, casella LM34.

 

I richiedenti che nell’anno 2018 hanno svolto attività diversa da quella di agenzia (ad esempio, lavoro subordinato) potranno comprovare il reddito allegando la documentazione fiscale valida alla quale erano tenuti in base all’attività svolta in tale anno.

Per gli agenti operanti in forma di società di persone, è considerato il reddito del socio che ha inoltrato la domanda di erogazione straordinaria. Il requisito reddituale non si applica per le richieste di contributo straordinario per decesso dell’agente causato dal virus Covid-19.

 

Le domande saranno soddisfatte nel seguente ordine di priorità:

  1. decesso dell’iscritto (€ 8.000)
  2. contagio da Covid-19 dell’iscritto (€ 1.000)
  3. forte diminuzione delle provvigioni (€ 1.000).

 

I contributi per i casi di contagio e di riduzione delle provvigioni sono cumulabili tra loro.

 

I contributi saranno assegnati per bandi quadrimestrali e le richieste che non risulteranno beneficiarie dell’erogazione, perché fuori graduatoria rispetto al budget del singolo bando, concorreranno d’ufficio ai bandi successivi.

 

Per ciascun bando, i contributi saranno assegnati secondo una graduatoria di reddito dal più basso al più alto.

La graduatoria sarà redatta dopo la scadenza del termine per la presentazione della domanda.
Il bando relativo al primo quadrimestre sarà pubblicato il giorno 3 aprile 2020 nel sito istituzionale della Fondazione Enasarco.

 

Le domande potranno essere presentate a partire dal 3 aprile 2020 e fino al 30 aprile 2020.

 

L’ordine cronologico di arrivo delle domande non ha alcun rilievo poiché l’assegnazione dei contributi sarà effettuata per graduatoria di reddito; pertanto, si raccomanda di evitare l’eccessiva concentrazione di richieste nei primi giorni al fine di evitare code informatiche.

 

Gli iscritti possono presentare la domanda unicamente online, tramite l’area a loro riservata inEnasarco.

 

Non sei iscritto sul sito Enasarco, non hai l’accesso all’area riservata e non sai come fare per rimediare?
Leggi la nostra guida PDF cliccando QUI

Nel solo caso di decesso dell’iscritto, i familiari conviventi potranno inviare la domanda tramite PEC al seguente indirizzo: prestazioniassistenziali@pec.enasarco.it

Per tutti i dettagli in merito, è possibile consultare l’articolo
http://www.enasarco.it/Guida/erogazioni_straordinarie_2020__covid19.

Hai difficoltà a richiedere il contributo straordinario nell’area riservata InEnasarco?
Abbiamo una guida per te, clicca QUI

 

Fonte: Comunicato Stampa – Enasarco


  • 0

Come richiedere il contributo straordinario COVID-19 su InEnasarco

Cliccare sul banner in alto sotto la voce “richieste”, qui si apre la tendina e cliccare su “nuova richiesta”.

Guardando nella nuova finestra appena aperta, cliccare sul simbolo dell’Euro (Erogazioni Straordinarie).

Cliccando su “procedi” appare “agente in attività” ( o eventualmente pensionato): da qui seguite la voce “chiedi il contributo”.

Inserire il reddito del 2018 e sotto, sulla voce “Seleziona l’evento per cui si richiede il contributo”, scegliere “stato di bisogno economico determinato da forte riduzione del fatturato a causa dell’epidemia Covid-19”.

Sotto apparirà il modulo “Dichiarazione Sostitutiva di certificazione di atto notorio”: bisogna stamparlo, compilarlo indicando il calo di fatturato tra il primo trimestre 2019 e il primo trimestre 2020, firmarlo e poi scannerizzarlo ed inserirlo di nuovo insieme alla denuncia dei redditi del 2018 dove si attesta l’importo inferiore ai 40.000 euro.

Sulla “descrizione evento” apportare delle note in merito al calo di fatturato.

Attenti che firmando l’atto notorio l’agente si assume la piena responsabilità sulle dichiarazioni e se si evidenzia un falso si incorrono in sanzioni Civili e Penali.

L’Enasarco si riserva il diritto in qualsiasi momento di controllare la veridicità degli importo confrontando i versamenti Enasarco (2019/2020).
Se si prevede che il problema economico sia nel prossimo trimestre allora la domanda si potrà fare successivamente, infatti come si potrà vedere dal regolamento, i fondi più cospicui sono relativi all’ultimo periodo dell’anno: questo proprio perché si presume che i problemi più grossi per noi siano in un periodo successivo.

Articolo Enasarco: http://www.enasarco.it/Guida/erogazioni_straordinarie_2020__covid19


  • 0

Le elezioni 2020 dei delegati della Fondazione Enasarco

Le elezioni 2020 dei delegati della Fondazione Enasarco - IMG

Le elezioni 2020 dei delegati della Fondazione Enasarco

Dal 17 al 30 Aprile 2020 gli agenti e rappresentanti di commercio e le ditte mandanti saranno chiamati a scegliere direttamente i nuovi organi di vertice dell’Ente.

Quattro anni dopo le prime elezioni nella storia della Fondazione Enasarco gli agenti, i rappresentanti di commercio, i consulenti finanziari e le ditte preponenti saranno chiamati a votare per la costituzione della nuova assemblea dei delegati, che a sua volta eleggerà il prossimo consiglio d’amministrazione..Le elezioni del 2016, purtroppo videro un misera percentuale di agenti votanti.  E’ probabile che nel 2016 non fosse stato sufficientemente chiarito quali funzioni svolge l’Assemblea dei delegati da chi è composta e quanto dura.

Cercherò di chiarire questi aspetti:

1) l’Assemblea dei delegati elegge i componenti del Consiglio d’Amministrazione (CdA):

  • nomina tre componenti del Collegio dei sindaci;
  • dispone la revoca o la decadenza dei componenti del CdA e del Collegio dei sindaci;
  • decide le azioni di responsabilità verso gli Organi della Fondazione;
  • delibera sulle modifiche allo Statuto, al Regolamento elettorale, al Regolamento delle attività istituzionali e al Codice etico proposte dal CdA;
  • nomina i membri della Commissione elettorale; approva il bilancio consuntivo, il bilancio preventivo e le eventuali variazioni proposte dal CdA.

2) l’Assemblea dei delegati è molto numerosa ed è  composta da sessanta delegati:

  • quaranta rappresentanti degli agenti,
  • venti rappresentanti delle ditte preponenti e dura in carica quattro anni.

I componenti dell’Assemblea dei delegati sono eletti dagli agenti in attività (gli agenti in  pensione non hanno diritto al voto) e dalle ditte preponenti in possesso dei requisiti di professionalità e onorabilità e per i quali non sussistano cause di incompatibilità.

Le elezioni durano quattordici giorni, dal 17 al 30 Aprile 2020 .

Si può votare dalle 9.00 alle 18.00 nei giorni dal lunedì al venerdì e fino alle 20.00 nei giorni di sabato e domenica.

Per votare occorre essere presenti negli elenchi elettorali, avere a disposizione il proprio certificato elettorale.  (Il certificato elettorale  viene inviato in due maniere: a mezzo posta elettronica certificata – PEC  o a mezzo raccomandata A/R presso l’indirizzo presente in anagrafica. E’ consigliato consultare nell’area riservata Enasarco che sia presente la PEC aggiornata), avere un cellulare a portata di mano, conoscere il proprio numero di matricola Enasarco.

Il voto si esprime con modalità elettronica: chi ha ricevuto il certificato elettorale all’indirizzo PEC troverà nel messaggio un link diretto per aprire l’urna elettorale.

Chi ha ricevuto il certificato elettorale a mezzo raccomandata A/R troverà un codice QR che potrà utilizzare scaricando sul proprio smarphone una delle tante applicazioni gratuite per la lettura di codici QR, inquadrare il codice QR con lo smartphone e così aprire l’urna elettorale direttamente dal dispositivo mobile.

L’elettore sarà accompagnato al voto, passo dopo passo, da spiegazioni puntuali presenti in ogni schermata dell’urna elettorale.

L’elettore grazie al certificato elettorale apre l’urna elettorale, nell’urna elettorale indica il proprio numero di cellulare,.sul cellulare riceve un codice PIN di sei cifre,che va riportato sull’urna in un apposito campo. In un altro campo della stessa schermata bisogna indicare il numero di matricola Enasarco. L’elettore deve confermare la propria identità con un’assunzione di responsabilità.

A questo punto è possibile esprimere il voto Ogni elettore può scegliere una sola lista.

Per esprimere un voto bisogna cliccare sul simbolo o sul nome della lista e poi dare conferma con un click sul tasto “Vota”.

Non è possibile votare scheda bianca.

Non è possibile annullare la scheda.

Dopo aver espresso il voto, l’elettore riceve un messaggio con una ricevuta dell’operazione appena conclusa.

Questa è una fase storica per la categoria ed è fondamentale che tutti gli agenti di commercio partecipino alle iniziative che porteranno la categoria ad avere un peso importante nella gestione del nostro Ente di previdenza.

Le elezioni sono una tappa essenziale nel cammino fatto di autodisciplina e trasparenza intrapreso ormai da tempo dalla Fondazione Enasarco e culminato con l’approvazione del nuovo Statuto, ispirato a tre criteri-guida essenziali:

la designazione dei componenti del CdA da parte degli iscritti attraverso l’elezione dell’Assemblea dei delegati,

la definizione dei requisiti di professionalità, competenza e onorabilità dei membri dell’Assemblea, del CdA, del Collegio sindacale, come anche dei titolari degli incarichi dirigenziali,

la rinnovata e trasparente gestione degli investimenti e del patrimonio.

Il regolamento elettorale approvato dal Consiglio di Amministrazione il 6 maggio 2015 e approvato con nota dei Ministeri Vigilanti e pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale il 30 luglio 2015, disciplina l’elezione dei componenti dell’Assemblea dei delegati e del Consiglio di Amministrazione nonché la nomina dei membri del Collegio dei sindaci.

L’ingente patrimonio dell’Enasarco fa gola a tante altre istituzioni, e per evitare che il nostro Ente di previdenza cada in mani “diverse” con il gravissimo rischio per le nostre pensioni, è necessario dimostrare che la categoria c’è è compatta e vuole che l’Enasarco resti agli agenti di commercio. Questo dimostrazione potrà essere data solo con una numerosa partecipazione al voto.

 

Per ulteriori informazioni:

  1. Guida alla elezioni 2020
  2. Chi può votare

  • 0

La certificazione dell’agenzia – Programma del corso

La certificazione dell’agenzia
Programma del corso

 

Docenti:

  • Avv. Andrea Mortara
  • Ing. Eliano Cominetti
  • Dott. Fabrizio Crobu
  • Sig. Marco Parodi

Coordinatore e moderatore:

  • Davide Caropreso

 

Quel che gli  agenti di commercio non devono mai fare (docente Avv. Mortara)

  • Non leggere il proprio contratto di agenzia
  • Firmare contratto o clausole senza far esaminare il contratto al sindacato o a un professionista;
  • Firmare target di vendita che non si ritiene siano raggiungibili;
  • Accettare riduzioni di zona, clientela e fatturato sottoscrivendo le relative comunicazioni sottopostegli dalla Mandante;
  • Accettare clausole che prevedono il pagamento della provvigione mediante “acconto” soggetto a conguaglio;
  • Trattenere incassi dei clienti auto-compensandoli con provvigioni dovute dalla mandante;
  • Non chiedere formalmente a mezzo raccomandata a/r o PEC il pagamento delle indennità di cessazione rapporto entro un anno dallo scioglimento;
  • Non contestare il mancato pagamento di provvigioni formalmente e/o per iscritto;
  • Accettare contratti definiti di “procacciamento d’affari” o comunque senza che vengano versati FIRR e contributi Enasarco.
  • Accettare contratti che non richiamino gli AEC;
  • Dare le dimissioni (magari per assunta giusta causa) senza aver prima consultato il sindacato o un professionista;
  • Dare le dimissioni (se non vi è giusta causa) senza concedere alla mandante il preavviso;
  • Dare le dimissioni per maturazione del diritto alla pensione Inps e/o Enasarco se si svolge attività in forma societaria e in ogni caso senza aver prima consultato il sindacato o un professionista;

durata:
3 ore dalle 16,00 alle 19,00 d i venerdì 24.01.2020

 

Ciò che un agente deve saper fare informaticamente (Docente Marco Parodi)

  • Avere Nozioni di excel
  • Predisporre anagrafica della pro propria agenzia (check up agenzia)
  • Gestire gli ordini (acquisire ed evadere);
  • Riscuotere o controllare i pagamenti;
  • Ricercare nuovi clienti; (predisporre profilo di tutti i clienti della zona operativa)
  • Analizzare dati sulle vendite e produrre report;
  • Gestire adempimenti amministrativi, fiscali e burocratici
  • Fissare e gestire appuntamenti; (gestione calendar)
  • Gestire le consegne (tempi, luoghi e modalità).
  • Redigere preventivi;
  • Gestire il portafoglio clienti
  • Controllare che gli ordini siano stati evasi;
  • Gestire i reclami da parte dei clienti;
  • Definire e monitorare il raggiungimento degli obiettivi;
  • Verificare la soddisfazione del cliente (vedere modulo)

durata:
3 ore dalle 9,00 alle 12,00 di sabato 01.02.2020
3 ore dalle 9,00 alle 12,00 di sabato 08.02.2020

 

Ciò che un agente deve saper fare (Docente Ing. Eliano Cominetti)

  • Studiare le caratteristiche dei prodotti e presentarli ai clienti; (argomentario)
  • Organizzare o gestire azioni di marketing
  • Individuare le esigenze dei clienti
  • Partecipare a fiere, meeting, eventi
  • Seguire corsi di formazione e aggiornamento;
  • Fare ricerche di mercato

durata:
3 ore dalle 9,00 alle 12,00 di sabato  15.02.2020

 

Ciò che un agente deve saper fare – la story telling (Docente Dott. Fabrizio Crobu)

  • Curare i rapporti con i clienti;
  • Tenere i contatti con le aziende rappresentate;
  • Mediare tra l’azienda e il cliente;
  • Fornire assistenza ai clienti
  • Trasmettere alle aziende informazioni sui clienti
  • Verificare la solvibilità economica dei clienti;

(a seguire) Ciò che un agente non  deve mai fare (Docente Dott. Fabrizio Crobu)

  • Non partecipare a riunioni o a avvenimenti organizzati dalle mandanti.
  • Non studiare e approfondire la conoscenza dei prodotti trattati
  • Prendere le difese del cliente sempre e comunque.
  • Polemizzare con le mandanti.
  • Iniziare diatribe con gli uffici spedizioni, vendite, amministrativi, delle mandanti;
  • Mancare ad appuntamenti e/o incontri senza darne preavviso.
  • Non gestire i reclami dei clienti

durata:
3 ore dalle 9,00 alle 12,00 di sabato  22.02.2020